Tra Mosca e Petuski. Per le scale di un palazzo sconosciuto

Non sapevo che esistesse al mondo un tale dolore, mi sono abbarbicato per la sofferenza. Una densa e rossa lettera 'ìu' si è dilatata ondeggiando davanti ai miei occhi, e da quel momento non ho più ripreso coscienza, né mai la riprenderò.

---------------------------------------------------------------
Durante i lavori di cablaggio
Seremet'evo - Lobnja
Autunno 1969